Stromboli visto da Capo Vaticano - Ph Marco Lazzaroni
Costa degli Dei - Pizzo
Ruderi calvario a cinque croci - Francavilla Angitola
Villa Gagliardi - Maierato
Torre la Rocchetta - Briatico
La piazza - Filadelfia
Santa Maria dell'isola - Tropea
Chiesa di Santa Ruba - Vibo Valentia
Laghetto San Bruno - Serra San Bruno
L'uomo dei venti - Pizzo
FacebookMySpaceTwitterMixx

Paesi della provincia di Vibo Valentia

Briatico

MIN Briatico

 

 

 

Filmato BRIATICO

 

 

Briatico è un comune  della provincia di Vibo Valentia, adagiato sulle scogliere della Costa degli dei. 

Briatico la rocchettaLa fondazione di Briatico, per tradizione viene fatta risalire ai Locresi, al tempo del loro passaggio a Hipponion, oggi Vibo Valentia. Le prime testimonianze certe sull'esistenza di Briatico risalgono al XII secolo quando Ruggero il Normanno, in una bolla riguardante la fondazione della diocesi di Mileto, accennò al piccolo centro di Euriatikon (l'attuale Briatico).

In passato, il paese fu scosso da tre terribili terremoti; quello del 27 marzo 1638 che provocò ingenti danni alle abitazioni e quello del 5 e 6 novembre 1659 chefece la stessa cosa. Ma fu quello del 5 febbraio 1783 che non lasciò scampo e la città fu completamente distrutta.

Di Briatico Vecchio, che sorgeva alla destra della fiumara Murria, sopra un piccolo monte di “pietra dolce”, risalendo la strada verso S.Cono, rimangono i ruderi del Castello medievale fatto edificare da Ferdinando Bisbal. Di esso, in seguito ai numerosi terremoti che hanno colpito la zona, rimangono ormai solo poche mura invase dalla vegetazione che consentono di distinguere solamente i profili del muro di cinta e delle torri.

Sulla spiaggia restano solo due delle cinque Torri, originariamente poste a circa 3,5 km di distanza cosicchè potessero scambiarsi messaggi di allarme a difesa dalle incursioni straniere: 

  • Briatico la rocchetta1la Rocchetta, alta torre di vedetta costiera a pianta pentagonale, costruita in origine dai greci, ricostruita dai romani, venne rimaneggiata in epoca medievale; lungo il litorale calabro si possono ancora notare torri simili a questa, ormai semidistrutte dal tempo e dai terremoti. Essa si innalza per circa ¾ della sua altezza originale, all’interno si possono ancora notare un piano d’ingresso e qualche gradino che accenna ad una rampa
  • Torre Sant'Irene, eretta dal governo vice Reale Spagnolo a vedetta contro le incursioni barbaresche.

Lungo la valle del Murria vi sono grotte eremitiche medievali, alcune delle quali denominate "Grotte delle fate".

la Chiesa Matrice di san Nicola di Bari, costruita dopo la distruzione di tutte le 12 chiese di Briatico Vecchia, conserva al suo interno la maggiore parte delle opere che adornavano gli edifici di culto del borgo. Tra queste vi sono:
Briatico Crocefisso quattrocentesco

la bellissima tela di San Nicola, dipinta nel '600 da Tommaso di Florio, pittore vibonese, una meravigliosa statua spagnola seicentesca della Madonna Immacolata, proveniente dall’antica chiesa di Santa Maria del Franco e un crocefisso quattrocentesco.

 

Briatico Particolare ferro battutoBriatico  si può dire sia trainata dal turismo, viste le strutture (alberghi, villaggi, camping, ecc.) che nel periodo estivo si riempono e offrono qualificati servizi. Tutto questo non dimenticando che Briatico si affaccia su uno splendido paesaggio marino che mescola scogliere naturali e spiagge meravigliose.

 

La festa patronale si svolge il 6 dicembre in onore a San Nicola di Bari

Visite: 2064

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information