FacebookMySpaceTwitterMixx

Area Grecanica

Area grecanica icona Video

 

 

 

 DOCUMENTARIO - Area Grecanica

 

 

Chiesa Greci Galliciano OK1Questa è una terra ostile, ma allo stesso tempo affascinante, fatta di rocce impervie e dirupi a strapiombo, ma anche di suggestivi tramonti e di panorami mozzafiato.

É la Calabria greca, un’area che racchiude in se piccoli borghi (Pentadattilo, Condofuri, Palizzi, Roccaforte del Greco, Roghudi, Bagaladi, San Lorenzo, Staiti, Brancaleone, Cardeto, Montebello Jonico, Motta San Giovanni, Gallicianò e Bova che è la capitale), alcuni oramai ridotti a ruderi e abbandonati proprio per via dell’ostilità di questa terra.

Eppure ti affascina la sua quiete, il suo profumo, le sue tradizioni.

In questo viaggio voglio immergerVi, proprio come ho fatto io, attraverso immagini e sensazioni uniche che ho vissuto addentrandomi nel cuore di questa terra e dei suoi magnifici custodi.

 

Dialettu calabrisi

Chista è ‘na terra e sacrificiu, ma ‘o tiempu stessu de valuri, fatta de santieri e de darrupi ma puru de tramunti e de viduti senza guali. Ena a Calabria Greca, na terra chi cumprenda picciuli villaggi (Pentedattilo, Condofuri, Palizzi, Roccaforte del Greco, Roghudi, Bagaladi, San Lorenzo, Staiti, Brancaleone, Cardeto, Montebello Jonico, Motta San Giovanni, Gallicianò e Bova chi ena a capitali), certi ridotti mali e abbandunati propriu pe’ sacrifici e sta terra.

Eppuru ti toccanu u cora stu silenziu, stu profumu e st’usanzi.

Nta stu viaggiu vuoggjiu u vi calu, comu ficia io, cu immagini e sentimienti chi mi toccaru u cora quando canuscivi sti tierri e sti perzuni.

 

  

Bova Locomotiva OK

This is a hostile land but yet fascinating - rugged rocks and sheer cliffs with beautiful sunsets and breathtaking views. It is the Greek Calabria, an area comprised of small villages (Pentadattilo, Condofuri, Palizzi, Roccaforte del Greco, Roghudi, Bagaladi, San Lorenzo, Staiti, Brancaleone,Cardeto, Montebello Jonico, Motta San Giovanni, Gallicianò and Bova, the capital). Some now reduced to ruins and abandoned because of the hostility of this land. Yet, the quiet, the smell and the traditions here are fascinating. I want to immerse you through image, in the unique feelings I experienced on this trip, in the heart of this land and its magnificent guardians.

NG

 
 
 

Documentario

Pentedattilo OKSolitario, immerso nei mie pensieri, decisi di intraprendere questo viaggio qui, dove il tempo scorre lento, dove la gente ti scruta con sguardo sospetto, ma poi ti accoglie come un figlio di ritorno da un lungo viaggio. I borghi dell'Area Grecanica. Un tratto di Calabria dove dimora ancora gente che parla una lingua diversa, una cultura ellenofona che ci riporta indietro alla Magna Grecia. Visi solcati dai raggi intensi del sole, ci raccontano la loro storia, le loro radici e i loro modi di vivere, tramandati dai loro antenati che qui si insediarono nel VIII secolo A.C. (inserire interviste possibilmente in lingua grecanica). Tutto sembra intrappolato dal tempo; borghi incastonati sulle alture dove lo sguardo si perde lontano; fiumare che scorrono lentamente solcando il territorio, e uomini che custodiscono questo patrimonio come fosse un tesoro (inserire altre interviste).

Chiesa Giovanni Battista Galliciano OKMentre cammino nei vicoli stretti scrutando antichi dettagli, vengo avvolto da suoni e profumi che non ricordavo quasi più. Un soffio di scirocco dolcemente accarezza la mia pelle facendomi sentire il calore di questa terra, mentre lo sguardo, si apre su questa natura incontaminata, che spazia dolcemente dalle montagne all’orizzonte del mare. 

Piccole case circondate dal proprio orticello, si fondono con la natura circostante. Qui la gente non sovrasta (sfida) la natura, ma la segue nel suo ritmo naturale. I colori della terra si innalzano verso il cielo.

I campi incolti mostrano con nostalgia una civiltà contadina che sta via via scomparendo.

E quando cala il tramonto tutto si tinge di rosso, in una magia di atmosfere che solo un viaggiatore solitario può gustare fino in fondo.

 

Dialettu calabrisi

Sulu, cu i penzieri mia nta testa, mi misa u fazzu stu viaggiu, duva u tiempu passa chjianu, duva a ‘ggienti ti guardanu cu chid’uocchji  e mala fidi ma pua ti accojanu cuomu nu figgjiu chi torna e nu viaggiu luntanu. I paisiedi e l’Area Grecanica. Nu piezzu e Calabria duva campanu ancora ‘ggienti chi parranu natra lingua, nu sapiri chi ti porta arriedu finu a Magna Grecia. Facci arripicchjiati do sula cocienti, ti cuntanu a vita luoru, i tradiziuoni e i modi e campara passati d’antichi chi si fermarunu ca’ nta l’ottavu seculu Avanti Cristu. Tuttu para fermatu do tiempu, villaggi ncrastati nte triempi duva l’uocchjiu mancu arriva, jumari chi scurranu lienti scavandu a terra e omani chi curanu sti tierri cuomu si fussaro de uoru.

Mentra caminu nta sti vichi stritti guardandu ogni angulu, sientu cierti scrusci e cierti profumi chi ‘no mi ricordava quasi chjiù. Na fholata e sciruoccu m’accarizza a peda e mi torna a menta u caluri e sta terra e intantu u sguardu passa da muntagna o mara pemmu ammira a grandezza da natura.

Casiciedi cu luoru orticiedu, si mbiscanu qua natura ‘ca ntuornu. ‘Ca’ a ‘ggienti non si mentanu cuntru natura, ma nci vannu e ‘rriedi senza prescia. I culuri da terra si mbiscanu cu chidi do cielu. 

I margi fannu vidiri cu malucora nu sapiri anticu chi sta scumpariendu.

E quandu cala u sula tuttu si tingia e russu, ‘na bellezza e na tranquillità chi sulu nu viaggiaturi solitariu po assapurara.

 

 

Amendolea Castello OKLonely, immersed in my thoughts, I decided to embark on this journey. A journey to a place where time passes slowly, where people look at you suspiciously but then welcome you like a son returning from a long trip. The Grecanica Area is a piece of land in the Calabrian region where people speak a different language, a Hellenistic culture that takes us back to Ancient Greece. Their faces, furrowed by the intense rays of the sun, tell us about their history, their roots and way of life, handed down from their ancestors who settled here in the eighth century B.C. Everything appears to be trapped by time; the villages on the hills as far as the eye can see, the slowly flowing river that meanders the land and men who preserve this heritage as if it were a treasure. Galliciano Panorama OKAs I walk along the narrow alleys and scrutinize ancient details I am surrounded by sounds and smells that I do not remember anymore. A breath of sirocco gently caresses my skin making me feel the warmth of this land as my eyes soak up the pristine nature that sweeps gently from the sea to the mountains horizon. Small houses encased by their own backyard, blend with the surrounding nature. People here do not overcome nature but instead follow its natural rhythm. The colors of the earth rise up into the sky. The fallow fields nostalgically show a country life that is gradually disappearing. When the sun sets everything is tinged with red in a magic atmosphere that only, a lone traveler, can truly enjoy.

NG

 
 
Suonatori Galliciano OK
Strumenti Tipici OK
Galliciano insegna OK
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Visite: 2748

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information