Bronzi di Riace
Matrimonio anni '60 - Francavilla Angitola
Bottega tipica - Tropea
Chiesa di Santa Maria della Consolazione - Altomonte
Castello Normanno - Vibo Valentia
Scogliera - Zambrone
Fortezza Aragonese - Le Castella (Ph. Marco Rey)
Nei cieli di Pizzo
Torroni e mostaccioli di Soriano
Chiesa di Santa Maria dell'Isola (sullo sfondo il Vulcano Stromboli) - Tropea
Centro storico - Serra San Bruno
Piazza Serrao - Filadelfia Ph. Francesco Bartucca
FacebookMySpaceTwitterMixx

Banner-gofly Dai spazio alla tua attivitRicami Tessiture Logo 6

Parco Nazionale della Sila ospite a Geo&Geo su Rai TRE

 

Parco della Sila Geo Geo 2019 1

Il prossimo 18 novembre 2019 durante la puntata della trasmissione televisiva Geo&Geo su Rai TRE si approfondirà il tema della biodiversità entomologica della Sila, ricca di insetti di particolare pregio naturalistico, conservazionistico e bioindicatori di sistemi di sviluppo eco-sostenibile.

Molte delle specie presenti nel Parco sono d’interesse comunitario in quanto inserite a vario titolo negli elenchi delle specie prioritarie della Direttiva Habitat 92/43/CEE, come il coleottero Cucujus cinnaberinus, "specie ombrello" presente nell'altopiano della Sila come relitto paleoclimatico, bioindicatore di foreste “vetuste”, cioè di sistemi forestali ben conservati, specie fortemente in rarefazione in tutto il suo areale di distribuzione (Europa centro meridionale).

Cucujus cinnaberinus, considerato estinto nel 2008 in Italia, viene ritrovato in Sila nel 2009 e, dopo anni di mirate indagini, si è dimostrato che le nostre popolazioni rappresentano le più copiose e ben conservate di tutta l’Europa.

Parteciperanno alla trasmissione, con un intervento previsto in scaletta tra le 16 e le 17, la dott.ssa Barbara Carelli, Naturalista e Funzionario dell’Ente Parco Nazionale della Sila e il dott. Antonio Mazzei Entomologo del Museo di Storia Naturale della Calabria ed Orto Botanico. Il dott. Antonio Mazzei, appartenente al gruppo di ricerca del Prof. Pietro Brandmayr, nel corso degli ultimi 20 anni si è impegnato nella ricerca scientifica sull’entomologia della Sila, concentrandosi su molte specie di insetti tipiche di sistemi boschivi ben conservati, in particolare alle specie saproxilobionti, che almeno durante una parte del loro ciclo vitale, sono legate alla biomassa del legno morto. 

Gran parte dei dati raccolti in questi anni di ricerca e monitoraggio sono inseriti in numerosi lavori scientifici ed in pubblicazioni a carattere divulgativo-didattico.

 

 

 

Visite: 34
Visite agli articoli
1366761

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information