Bronzi di Riace
Matrimonio anni '60 - Francavilla Angitola
Bottega tipica - Tropea
Chiesa di Santa Maria della Consolazione - Altomonte
Castello Normanno - Vibo Valentia
Scogliera - Zambrone
Fortezza Aragonese - Le Castella (Ph. Marco Rey)
Nei cieli di Pizzo
Torroni e mostaccioli di Soriano
Chiesa di Santa Maria dell'Isola (sullo sfondo il Vulcano Stromboli) - Tropea
Centro storico - Serra San Bruno
Piazza Serrao - Filadelfia Ph. Francesco Bartucca
FacebookMySpaceTwitterMixx

Banner-gofly Ricami Tessiture Logo 6 PRIMA Logo

Ciak: un processo simulato per evitare un processo vero

Il liceo classico Diodato borrelli di Santa Severina partecipa al progetto “Ciak” del Tribunale dei Minori di Catanzaro con le classi I B e II A.

 

Ciak Santa Severina Crotone 2018

Anche quest’anno il Liceo Classico “D. Borrelli” di Santa Severina partecipa al progetto “Ciak: un processo simulato per evitare un processo vero”, iniziativa promossa dal Tribunale dei Minori di Catanzaro in collaborazione con il MIUR e l’Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria, che coinvolge 82 Scuole Secondarie di Primo e di Secondo Grado della regione. 

Giunto alla sua quarta edizione il progetto “Ciak” è finalizzato alla “messa in scena” di veri e propri processi, che si tengono nelle aule del Tribunale, simulati dai ragazzi in collaborazione con gli operatori dello stesso Tribunale sulla base di un copione ispirato a casi reali particolarmente significativi, magari assemblando più vicende e in parte inventandone di nuove. 

Durante le simulazioni Giudici, avvocati e Giudici Onorari accompagnano i ragazzi nelle varie fasi del processo, consentendo loro di vivere un’esperienza che, coinvolgendoli con la recitazione, faccia comprendere le conseguenze a cui possono andare incontro violando la legge. Prima, durante e dopo le simulazioni sono stai previsti momenti di formazione, discussione e maturazione dei temi e delle implicazioni toccate dal processo simulato in termini di legalità e di rapporto Cittadino/Stato.

I ragazzi delle classi I B e II A del Liceo Classico Diodato Borrelli, coordinati dalla prof.ssa Maria Concetta Ammirati con il supporto delle proff. Angela Chiaranza e Francesca Iemma, si sono incontrati durante tutto il mese di gennaio e febbraio per le prove della simulazione tenutasi il 24/02/2018 nell’aula del Tribunale dei Minori di Catanzaro. 

L’iniziativa nasce dalla constatazione dell’efficacia che un’azione sinergica di scuola e giustizia può esercitare nella prevenzione del disagio giovanile e nello sviluppo e affermazione della cultura della legalità. Il progetto si inserisce a pieno nell’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione come indicato dai più recenti processi di riforma della scuola. Compito della scuola è infatti quello di sviluppare in tutti gli studenti, dalla primaria alle superiori, competenze e quindi comportamenti di “cittadinanza attiva” ispirati, tra gli altri, ai valori della responsabilità, legalità, partecipazione e solidarietà. La conoscenza, la riflessione e il confronto attivo con i principi costituzionali rappresentano un momento fondamentale per la crescita di queste competenze negli studenti. 

 

Rosy Ieriti e Federica Corigliano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Visite: 579
Visite agli articoli
928854

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information