Bronzi di Riace
Matrimonio anni '60 - Francavilla Angitola
Bottega tipica - Tropea
Chiesa di Santa Maria della Consolazione - Altomonte
Castello Normanno - Vibo Valentia
Scogliera - Zambrone
Fortezza Aragonese - Le Castella (Ph. Marco Rey)
Nei cieli di Pizzo
Torroni e mostaccioli di Soriano
Chiesa di Santa Maria dell'Isola (sullo sfondo il Vulcano Stromboli) - Tropea
Centro storico - Serra San Bruno
Piazza Serrao - Filadelfia Ph. Francesco Bartucca
FacebookMySpaceTwitterMixx

Banner-gofly Promuovi la tua azienda 290x60 PRIMA Logo

Liceo Classico “Diodato Borrelli” su Rai Tre

Il Liceo Classico “Diodato Borrelli” su Rai Tre ospite nel salotto di Corrado Augias “Quante storie”

Sono partiti all’alba di lunedì 5 Febbraio i ragazzi del Liceo Classico Diodato Borrelli destinazione Saxa Rubra, verso il centro radiotelevisivo “Biagio Agnes” a Roma. 

La trasmissione televisiva delle 12.45 condotta da Corrado Augias e Michela Murgia “Quante storie” ha ospitato tra il pubblico le classi 2ªB e 3ªA, la dirigente Antonietta Ferrazzo, le proff.sse Maria Concetta Ammirati e Maria Rizzo. 

“Quante Storie” è uno dei più interessanti programmi culturali del palinsesto di Rai Tre che tratta di attualitá, politica e letteratura e ospita ogni giorno dalle 12.45 alle 13.15 personaggi illustri del panorama culturale italiano e non. I ragazzi, nella diretta del 7 Febbraio,  si sono confrontati con l’ultimo romanzo dello scrittore e presentatore televisivo Carlo Lucarelli “Intrigo italiano” e hanno rivolto qualche domanda all’autore di gialli ed esperto di cronaca nera, sul tema, assai delicate, del racconto dei crimini in tv e dell’interesse quasi morboso del pubblico per il macabro. 

Terminate le riprese in diretta si è passati a registrare una seconda puntata che andrá in onda, sempre su Rai Tre, venerdì 17 Febbraio  alle ore 12.45 con il critico e storico del cinema Jean Antoine Jili e la dott.ssa Rosanna Rummo Direttore Generale per le Biblioteche, gli Istituti culturali ed il Diritto d'autore del MIBACT che, a 20 anni dalla scomparsa di Marcello Mastroianni, hanno ricordato con  Augias l’attore italiano che, insieme a De Sica, Sordi e Gassman ha fatto la storia del cinema in Italia e all’estero. 

I ragazzi hanno avuto modo di intervistare il critico francese sulla commedia all’italiana di ieri e di oggi, ma anche sull’affascinante figura di Mastroianni e sulla sua ereditá culturale. 

L’esperienza è stata molto formativa per i giovani borrelliani che non solo hanno avuto modo di vivere in prima persona il backstage degli studi televisivi, ma hanno anche incontrato professionisti del mestiere e si sono confrontati con il bello della diretta osservando il modo in cui si svolge il lavoro dietro allo schermo della tv.

 

di Benedetta Persico

 

 Liceo Diodato Borrelli Rai3

 
Visite: 689
Visite agli articoli
603235

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information